MiPAAF

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Valorizzazione dell’Apicoltura Sostenibile e resiliente ai cambiamenti climatici
Masaf

Proponente
Centro Interdipartimentale “Alma Mater Research Institute on Global Challenges and Climate Change (Alma Climate)”, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

DECRETO DIRETTORIALE DI ATTUAZIONE del decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, n. 6987, del 2 luglio 2020 recante “Disposizioni applicative per la realizzazione di progetti nel settore apistico finalizzati al sostegno di produzioni e allevamenti di particolare rilievo ambientale, economico, sociale e occupazionale”, ai sensi dell’art. 1, comma 672, della legge 30 dicembre 2018, n. 145

Costo totale del piano: 248.892,28 €

Contributo totale 59%: 146.846,45 €

Data approvazione progetto: 29/04/2021

Innovazione

Rilievo Ambientale: Le analisi LCA (Life Cycle Assessment) permetteranno di individuare le azioni atte a massimizzare la sostenibilità delle aziende coinvolte nel progetto, monitorando le varie fasi produttive, identificando eventuali inefficienze e diseconomie nonché le eventuali criticità durante tutto il processo produttivo ed esercitando un controllo competente sulla qualità delle produzioni.

Rilievo economico: Identificando eventuali inefficienze e diseconomie nonché le eventuali criticità durante tutto il processo produttivo, grazie all’analisi LCA, le aziende coinvolte nel progetto potranno ottenere una efficace riduzione dei consumi di energia. Saranno stimati i potenziali impatti di tutti i processi della filiera, dalla produzione fino alla commercializzazione del prodotto finito e confezionato. Fra gli obiettivi del progetto, vi è la realizzazione di linee guida per il miglioramento produttivo delle aziende per incentivare la sostenibilità ambientale della loro attività.

Rilievo sociale: Il controllo del contenuto dei contaminanti ambientali (terreno, matrice vegetale, acqua e miele) è necessario per tutelare l’ambiente ed i consumatori da possibili assunzioni di sostanze tossiche salvaguardandone così la salute.

Rilievo occupazionale: Dall’analisi del numero degli apicoltori occupati nel settore, risulta nel 2017 un totale di circa 51.646 apicoltori, fino ad arrivare a 68.684 unità nel 2020. Questo dato conferma l’enorme potenzialità del comparto apistico anche nell’ambito occupazionale. Ciò dimostra come investimenti economici e logistici nel settore possano ulteriormente incentivarne la crescita incrementando le professionalità e al tempo stesso il numero dei lavoratori nel settore.

Do you need more information?